CIRANDAS


Cirandas / Girandole

"La forma circolare è sempre stata utilizzata dall'uomo, sin dall’ inizio dei tempi per caratterizzare la vita di gruppo, nelle loro danze circolari per rappresentare riti di passaggio.Il cerchio è una particolare forma geometrica, che simboleggia la pienezza e la perfezione che l'essere umano si sforza di raggiungere. Allo stesso tempo il cerchio si richiude su se stesso, contiene il vuoto, che garantisce la distanza tra le persone e allo stesso tempo, il vuoto, che li mantiene uniti.” 
(Citazione del Gruppo di danze in cerchio Seeds).

All'interno di questo principio risiede l’impulso guida del mio lavoro.Una ricerca ossessiva di forma circolare e la sua molteplicità. Con il colore e la forma, creo interferenze visive, che riempiono il vuoto del cerchio, sono elementi che si contrappongono al cerchio, perché si riferiscono alle tensioni e alle interferenze esterne, che spesso rinforzano o distruggono la “Ciranda”. Le figure femminili volumose sono una analogia alla "Venere di Willendorf”, 
la piú antica icone della fertilità, una metafora del potere creativo, lo stato fertile, dove proliferano le idee di ogni indivíduo. Rappresentano i rapporti umani che interagiscono o interrompono il flusso del movimento. Con questo rafforzo la necessità di stare sempre creando, il lato fertile del femminile, questa incostanza creativa che ci spinge a vivere. R. Kioko


2011/2012






2008/2009